Traducimi/Translate me

20 ott 2014

Amy Cup, coppetta con applicatore

Buongiorno a tutti/e, la recensione di oggi riguarderà una coppetta italiana dal design molto particolare che differisce dalle coppette a cui siamo abituate.

Sto parlando di Amy Cup, la prima coppetta prodotta in Italia ad essere dotata di un applicatore con cui inserirla ed estrarla. 




Il kit Amy Cup è composto dalla coppetta, l'applicatore e un gel lubrificante a base siliconica 
(se non volete utilizzare siliconi è bene conoscere questo dato).

Amy Cup è prodotta in silicone di grado medicale, si presenta in due taglie e nel colore rosa:

Small, per donne sotto i 30 anni che non hanno partorito

Medium, per donne con più di 30 anni e/o che hanno partorito



Le istruzioni per l'uso sono fatte bene, chiare e con immagini esplicative.
Come si può vedere dalla prima foto, sembra quasi il montaggio di un cannocchiale! :D




La coppetta di per sé ha un design particolare... molto diverso da quello a cui siamo abituate! 
Larga in alto si va subito a restringere assumendo la forma tipica di una lampadina, con i rilievi circolari che la ricoprono quasi interamente (rilievi a cui si dovrà agganciare l'applicatore...).





Sul corpo, in alto, possiamo notare inciso il marchio "Amy Cup" e sull'altro lato troviamo l'indicazione della taglia. 
La mia è una small quindi riporta una "S" scritta bella in grande.




I fori per l'aria sono 4, disposti a coppia per lato.
Al suo interno Amy Cup è completamente liscia e priva di segni.




Veniamo al "gambo". 
Non è proprio un vero gambo perché da capo a piedi è un corpo unico che da largo va a restringersi dando luogo alla forma caratteristica prima menzionata. Il fondo è quindi piuttosto ingombrante e ampio, non è possibile eliminarlo in quanto parte fondamentale della coppetta. Anch'esso contiene il flusso.
Su questo fondo abbiamo quindi i rilievi circolari a cui si aggancerà l'applicatore e finisce con una specie di tappino e altri rilievi. Insomma non passa certo inosservato!

L'applicatore è lungo e abbastanza largo, dal lato in cui si utilizza vi sono rilievi esterni e la parte è un po' più larga.




La coppetta va piegata a "C" e inserita all'interno dell'applicatore lasciando il fondo dalla parte in cui, col dito, spingeremo Amy Cup. La parte alta della coppa andrà invece inserita in vagina, come un tampone in pratica.




Per la rimozione è necessario inserire la parte con i rilievi in vagina, 
agganciare il fondo della coppetta, avvitare quanto basta ed estrarla.

Per riporla l'azienda fornisce un astuccio in plastica. 
Al suo interno riporremo quindi Amy Cup col suo applicatore e il lubrificante.




Schiacciando Amy Cup, tra le dita prima e contro un'altra coppetta poi, mi sono subito resa conto che è abbastanza rigida.




Come diametro la taglia S è circa come una normale coppetta di taglia piccola, stiamo sui 40-42 mm, sul fondo invece è completamente differente; più ingombrante e lunga perché non ci sono parti che si possono tagliare, limare o rimuovere. 
Serve proprio tutta a raccogliere il flusso al suo interno.





La mia esperienza con questa particolarissima coppetta non è stata positiva. E' indubbiamente una novità in ambito coppette mestruali visto che prevede l'utilizzo dell'applicatore per le manovre di inserimento/rimozione... ma non mi è piaciuta e non l'ho trovata comoda e/o più semplice da utilizzare rispetto ad altri metodi.

Innanzi tutto la sua forma non è congeniale a tutte le donne: io ho potuto usarla ma non ho la cervice molto bassa e il mio canale vaginale me l'ha permesso ma esistono parecchie donne a cui uscirebbe fuori e, non potendola accorciare in alcun modo, la accantonerebbero seduta stante.

Questa lunghezza non è poi utile nemmeno per fini "di capienza" nel senso che non contiene più flusso rispetto ad una classica coppetta mestruale. Tiene all'incirca 20 ml che è la capienza media di buona parte delle coppette piccole.

L'inserimento non è stato così semplice e veloce come dovrebbe essere... dopo averla igienizzata va inserita nel suo applicatore tenendo la forma a "C" che a me non piace e non uso abitualmente perché rende la coppetta piuttosto spessa (figuriamoci con anche l'applicatore...). Non so se sia possibile piegarla in altro modo. Senza lubrificante non scorre affatto, né dentro l'applicatore né in vagina. Quindi ho dovuto lubrificare l'applicatore al suo interno, inserire la coppa piegata e spingere parecchio per metterla in posizione, lubrificare il bordo della coppa, l'applicatore all'esterno e - finalmente - inserirla. 
Così sono riuscita nell'intento, invece, senza questa macchinosa manovra di lubrificazione dei vari strumenti, non ce l'ho fatta. 
Fortunatamente mi trovavo nel bagno di casa mia quindi non avevo fretta e potevo poggiarmi tranquillamente... 
non oso immaginare come avrei fatto, al volo, in un bagno pubblico. 
Una normale coppetta non necessita che delle dita per essere inserita e, in genere, scorre da sola senza aiuti perché basta il flusso e la normale umidità vaginale a farla entrare. Molto più veloce che tutto l'ambaradan da preparare.

Una volta dentro Amy Cup non si sente... ovviamente se sistemata correttamente.
La capienza si è rivelata nella norma per le mie consuetudini, né più né meno di altre coppette, circa 6-8 ore a seconda dell'intensità.

L'estrazione è la cosa peggiore di tutte. Non sono assolutamente riuscita ad usarla con l'applicatore.
Contrariamente a quello che forse ha pensato il produttore... non a tutte le donne la coppetta rimane bassa, a filo di orifizio. Questa è una premessa importante.
A me, per esempio, salgono tutte un po' perché la naturale collocazione nella mia vagina è più in alto rispetto ad altre donne a cui rimangono piuttosto in basso. Ciò significa che nel mio caso, per agganciare l'applicatore alla coppa, io debbo infilare l'applicatore opportunamente lubrificato - cercare a caso in alto il fondo avvitabile - agganciare bene e avvitare per estrarre. Se il fondo non si trova a pochi mm dall'orifizio vaginale è praticamente impossibile riuscire ad agganciarlo... 
non si riesce di certo a guardarsi dentro!
Insomma ho dovuto rimuoverla a mano facendo un'enorme fatica perché la sua forma non è congeniale alla rimozione "classica": si deve premere molto il fondo (che è pure duro) e dondolarla per farla staccare... un polpo allo scoglio. 
Scomodo, quindi, e pure inutile.

L'applicatore in sé già non è affatto di dimensioni ragionevoli; è spesso, duro e va lubrificato ogni volta perché non scivola nemmeno con flusso pieno!
Il lubrificante poi è a base siliconica (non a tutti piace) e contenuto in una boccetta di piccole dimensioni... una volta finito (e se serve per ogni cosa finisce presto fidatevi...) va ricomprato. Quindi vanno spesi ulteriori soldi. Il risparmio viene decisamente meno.

L'astuccio in cui riporre il kit poi manca di fori per l'areazione. 
Bisogna asciugare molto bene tutto altrimenti si rischia di ritrovare la muffa sulla coppetta.

Immagino che lo scopo del produttore fosse quello di evitare alla donna di toccarsi nelle varie fasi d'uso dal momento che viene pubblicizzata anche per questo motivo. Mi dispiace molto ma io non credo sia sempre possibile evitare del tutto di toccarsi. A parte che non ci trovo niente di scandaloso se accade, anzi, credo che sia anche positivo uscire dalla logica per cui noi donne ci schifiamo di una parte del nostro corpo... comunque Amy Cup è talmente macchinosa e inefficace che alla fine conviene imparare ad usare una normalissima coppetta mestruale senza applicatore che tanto non morde :D 

Riassumendo: 
è scomoda da inserire e rallenta le normali procedure, 
contiene quanto una coppetta qualsiasi, 
è impossibile estrarla se non si è anatomicamente compatibili e se si deve poi toglierla a mano tanto vale provare una coppetta mestruale tradizionale,
il lubrificante è SILICONICO (oltre che misero nella quantità) e non tutte gradiranno il suo utilizzo ripetuto sulle mucose,
la sua forma ne impedisce l'adattabilità: molte donne non potranno accorciarla e questo la renderebbe di fatto inutilizzabile.

Personalmente non la posso proprio consigliare. 


Qualora vogliate provare voi stesse potrete acquistarla sul sito del produttore al "modico" costo di 41 euro per il kit completo oppure 22.50 euro se volete la sola coppetta (senza il kit).




A presto! 



27 commenti:

  1. Ciau Vale!! Anche per me esperienza non positiva con questa coppetta: il bordo è troppo grosso e piegando la coppetta a C all'interno dell'applicatore, nell'inserirla vedevo le stelle perchè mi batteva tantissimo sulle pareti vaginali!! Inoltre dovendo mettere un bel po' di lubrificante, perdevo la presa sull'applicatore e non riuscivo a far uscire la coppetta con un dito, mi dovevo infilare quasi tutta una mano XD Un mezzo incubo insomma!! Io che speravo in una innovazione... e invece davvero io e coppette zero feeling....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao :D che piacere sentirti!! Non siamo tutte uguali, c'è anche chi come te non si trova con le coppette eh pazienza insomma :D questa però è davvero tremenda per me!! xD Ma vedo che anche altre donne hanno avuto problemi...

      Elimina
  2. Il mio problema è l'inserimento corretto e che la coppetta non mi impedisca la minzione.. alla fine sta coppetta per star dentro tranquilla tranquilla ci stava, quasi non la sentivo, ero troppo contenta... ma toglierla e reinserirla, un incubo! Poi non me la son più sentita di usarla avendo inserito la spirale.. non vorrei ritrovarmela dentro la coppetta XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sapevo usassi la spirale :) con la coppetta in effetti potrebbe esserci qualche problemino, bisogna stare attente a non portarsi dietro i fili, insomma controllare sempre con attenzione ma non ho esperienza diretta quindi altro non so dirti.

      Elimina
  3. La recensione è bellissima, completa e dettagliata... se ne ricava un quadro molto preciso. La coppetta, invece, aimè è davvero inquietante :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :D :* purtroppo per me lo è stata davvero ahahah

      Elimina
  4. Ciao Vale! Io mi sono trovata benissimo con la sola coppetta, senza applicatore: nessun problema per inserirla e rimuoverla, quindi continuerò a usarla, ma trovo l'applicatore una cosa davvero inutile e, indirettamente, pure costosa perché necessita del lubrificante!
    Mai più!!! xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara!! :D io preferisco altre coppette a questa... anche da sola non mi piace più di tanto perché ha molti rilievi, scivola poco e ha un fondo ingombrante per me. Almeno tu la userai senza il noioso applicatore :D

      Elimina
    2. Infatti :) mi posso dire soddisfatta :) :)

      Elimina
  5. Anch’io ho provato Amycup

    Ho letto attentamente quanto ha scritto su Amycup il Folletto Chiacchierone, in merito alle sue prove ed esperienze con questa coppetta mestruale. Siccome la mia esperienza personale è stata ed è del tutto diversa, volevo rassicurare quelle che già utilizzano AmyCup, ma soprattutto quelle che si avvicineranno all’utilizzo di questa coppetta che, a differenza di tutte le altre coppette, ha un applicatore per inserirla e toglierla.

    Devo dire che non è stato semplice acquistare Amycup, in quanto l’ho trovata in una farmacia ma solo dopo una lunga ricerca; la farmacista mi ha peraltro confermato che il prodotto era in distribuzione da poche settimane, e pertanto era abbastanza ovvio non riuscire a reperirlo ovunque. Ora però ho scoperto che lo si può acquistare anche online, sul sito www.amycup.com, ma all’epoca della mia ricerca la funzione d’acquisto non era evidentemente ancora attiva.

    Come per le altre coppette che usavo in passato, ho acquistato Amycup nelle due diverse taglie disponibili, per vedere in pratica quella che meglio mi si adattava, una S (small) ed una M (medium); una sotto forma di kit completo di applicatore, lubrificante, coppetta e astuccio, pagata 44.90 €, l'altra come confezione singola, con la sola coppetta contenuta in una sacchettino di cotone, pagata 24.90 €.
    Le ho trovate entrambe ben presentate e con delle istruzioni molto esaurienti e complete. Tengo a precisare che, contrariamente a quanto indicato nella recensione del Folletto Chiacchierone, l’astuccio del kit che ho acquistato ha 4 fori di areazione che, almeno finora, hanno favorito la naturale asciugatura della coppetta una volta riposta.

    Ho provato da subito ad utilizzare l’applicatore, ma ho riscontrato inizialmente alcune difficoltà, e soprattutto un po’ di “pizzicamenti” delle mucose interne. Successivamente però, armata di pazienza e soprattutto di maggiore calma, ho preso miglior confidenza con lo strumento, che oggi riesco ad utilizzare con buona naturalezza, sia nelle fasi di inserimento che in quelle di estrazione.
    Devo dire che l’estrazione è a volte un po’ più difficoltosa, sia per una certa difficoltà iniziale nel "trovare" il fondo della coppetta con l'applicatore, sia per l’effetto ventosa creato dalla coppetta ma, smuovendo l’applicatore, una volta inserito sulla coppetta, svanisce “l’effetto vuoto” e si riesce a recuperarla con facilità.

    Per ora, quanto sopra è ciò che ho potuto sperimentare personalmente, e far sperimentare a due amiche che, beate loro, non hanno riscontrato difficoltà di sorta in nessuna delle due fasi d'impiego.
    Nota negativa: il lubrificante fornito con il kit è stato sufficiente soltanto per i primi 3 cicli completi, e ho dovuto quindi riacquistarlo! L'ho trovato però disponibile online in una confezione di 5 boccette, a 18,50 €.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Paola, meno male che qualcuna si è trovata bene con AmyCup, con quello che costa! ;)
      purtroppo io continuo a ritenerla macchinosa e inutile, oltre che costosa, che posso farci... è la mia opinione.
      Ci tengo a precisare che l'astuccio in mio possesso non ha fori, non è un dato da me inventato e il kit AmyCup mi è stato fornito direttamente dal produttore per testarlo (così come è stato fornito ad alcune donne iscritte al forum italiano sulla coppetta mestruale). In allegato abbiamo tutte ricevuto una scheda in cui segnare le nostre impressione e in cui eventualmente dare consigli in merito e, confrontandomi con altre donne, ho scoperto che non sono l'unica ad aver consigliato di considerare l'idea di forare l'astuccio. In particolare una donna si è ritrovata la muffa sulla coppetta quindi immagino che anche lei abbia suggerito la foratura. Evidentemente ora l'astuccio in vendita prevede i fori per l'aria, il che è un'ottima cosa :)
      Le esperienze personali poi sono e rimangono diverse; c'è chi si trova bene come te, chi come me invece no, chi preferisce usare la coppetta senza applicatore ecc. ;)

      Elimina
  6. Non riesco a immaginare come una coppetta del genere possa essere comoda, ma soprattutto pratica, il bello della coppetta é non doversi portare dietro niente, basta lavarsi le mani! Come sai anche io ne ho recensite tante, ma questa non l' ho nemmeno chiesta, non ne vedo proprio il senso...

    RispondiElimina
  7. Vorrei fare presente a Paola Altissimo che se l'astuccio da lei acquistato è dotato di quattro fori di areazione è proprio grazie a noi che abbiamo testato la AmyCup e l'abbiamo recensita inviando il questionario al produttore. Gli astucci delle coppette di cui siamo state gentilmente omaggiate non erano infatti provviste di fori. Il Folletto Chiacchierone non ha quindi scritto un'inesattezza, probabilmente l'azienda dopo aver ricevuto le segnalazioni di chi aveva ricevuto e provato la coppetta ha aggiustato il tiro. Per il resto, dopo aver provato la AmyCup, concordo in tutto e per tutto con Folletto. Le intenzioni erano buone, ma purtroppo è una coppetta scomoda per tutti i suddetti motivi.

    RispondiElimina
  8. Ho letto con molta curiosità la recensione del Folletto Chiacchierone sulla coppetta AMYCUP e mi sono detta:
    finalmente una coppetta che evita d'insudiciarsi le dita durante il ciclo.

    E' da quasi due anni che io impiego con soddisfazione la coppetta mestruale, al posto dei tamponi, e ne ho cambiate più d'una ed in diverse misure, prima di trovare quella che meglio mi si adattava.
    Devo dire però che ho sempre trovato antigienica, e anche un po' degradante, la necessità di metterla e toglierla con le dita immerse dentro la vagina.
    L'hanno scorso avevo sentito parlare di una nuova coppetta, che eliminava tale problema ma, pur chiedendo ripetutamente in giro, non sono mai riuscita a trovarla, nemmeno su Internet.

    Ora invece sono andata sul sito indicato dal Folletto - www.amycup.com - e ne ho acquistata una, una scatoletta denominata AMYCUP, che contiene in un solo astuccio da borsetta una coppetta, un applicatore e una piccola boccetta di lubrificante.

    Per coincidenza di ciclo l'ho potuta provare quasi subito, le prime volte non senza problemi perché, mentre mi è stato facile introdurre la coppetta nell'applicatore per poi inserirmela, sia pur le prime volte con una certa difficoltà e con molto più lubrificante di quanto suggerito dalle istruzioni, ho avuto invece problemi di dolore nell'introdurre l'applicatore vuoto, al momento di doverla estrarre.
    Le prime due volte ho dovuto addirittura rinunciare ed estrarla con la punta di due dita, beninteso dopo averla scossa ben bene per eliminare un forte vuoto creatosi all'interno.

    In seguito, con ostinazione, sono riuscita invece a fare l'intera operazione così come indicata, con l'applicatore, senza provare altro fastidio se non un leggero pizzicamento durante l'avvitamento sulla coppetta, e quello di avere un po' di calma e pazienza per infilare l'applicatore che, all'inizio, ho dovuto andare a centrare con due dita.

    Ora sono in attesa del prossimo ciclo, per confermarmi nell'utilizzo definitivo di AMYCUP, anche perché con questa nuova coppetta non ho avuto fin dall'inizio nemmeno una traccia di quelle noiosissime piccole perdite riscontrate con tutte le altre, con le quali mi ero addirittura rassegnata ad indossare ogni volta anche un salvaslip.
    Ho imparato però che, anche con questa coppetta, bisogna liberare bene i 4 piccoli forellini durante il lavaggio, tirando un po' il materiale intorno ad essi, per limitare l'effetto di vuoto che in questo caso è più forte del solito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, ognuna ha le proprie idee ed esperienze ma trovare addirittura degradante togliere una coppetta con le dita mi sembra alquanto eccessivo. Per una migliore qualità della vita credo proprio che ci sia un gran bisogno di superare certe mentalità oppure evitare di usare un oggetto che si sa già di non poter tollerare solo per screditarlo. Le coppette senza applicatore non sono degradanti e da donna mi spiace sempre quando un'altra donna ha questa immagine di sé così terribile. Ma ripeto, ognuna ha il suo vissuto.

      Elimina
    2. Degradante? Mamma mia ragazzi....aiuto...

      Elimina
  9. Caspita non avevo mai visto dei commenti così lunghi e dettagliati in risposta ad una recensione! Comunque nemmeno io trovo degradante togliere la coppetta con le dita. Mi spiace che tu Stella Lucente abbia avuto tutti questi problemi con le altre coppette: io non ho mai avuto bisogno di un salvaslip e ci vado anche a correre e nuotare. Ma non siamo tutte uguali. Anche a me non piace l'idea di avere l'applicatore perchè il bello della coppetta è proprio quello di non avere bisogno di altro per cambiarla e svuotarla, mi sembra un'operazione aggiuntiva inutile. Comunque sono felice che almeno due persone si siano trovate bene con la coppetta con applicatore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lunghi, dettagliati e che riportano continuamente il sito del produttore ;) coincidenze...

      Elimina
    2. Concordo con voi al 100%!

      Elimina
  10. Paola o Stella Lucente? ;) miracoli del web: http://forum.alfemminile.com/forum/f211/__f24107_f211-Ho-provato-amycup-d.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e due (stesso identico commento ops!): http://forum.alfemminile.com/forum/mariage1/__f486056_mariage1-Ragazze-delle-coppetta-mestruale-arrow.html

      Elimina
  11. Possono dire quello che vogliono, chi pensa (praticamente tutte, mi pare) che l'applicatore sia scomodi, di certo non lo userà solo perchè qualcuno tenta di fare opera di persuasione... Mah... da quello che leggo sul forum, altre ragazze si sono trovate bene con la sola coppetta, è proprio l'applicatore che è una gran scomodità...

    RispondiElimina
  12. Buongiorno a tutte.
    Sono Paolo Pitacco, titolare ed Amministratore di Athena Holding srl, produttrice di AmyCup. Vorrei dire, dopo aver letto un pò di commenti sulla nostra coppetta che tutto è legittimo ma certamente non lo è "affossare" tutti i commenti positivi o vagamente tali imputandoli alla ns. azienda. Io mi sono iscritto con il mio nome e cognome sul sito forumattivolacoppettamestruale con l'unico intento di reclutare delle consumatrici che avrebbero potuto, in sede di sviluppo ed affinamento del prodotto, darci degli utili consigli. In quell'occasione ho inviato ben 40 kit completi AmyCup, a titolo assolutamente gratuito a tutte coloro che ne hanno fatto richiesta. Non accetto che qualcuno ipotizzi che dietro i messaggi positivi o quasi circa il ns. prodotto ci possa essere un meschino lavoro di propaganda che, peraltro, nessuno nella mia piccola azienda avrebbe il tempo e la voglia di produrre. Sono invece convinto della bontà del mio prodotto che viene realizzato interamente in Italia con il migliore e più caro silicone medicale della Kraiburg tedesca e subisce continuamente test qualitativi durante ed a fine ciclo produttivo. Insomma, evidentemente diamo fastidio e con la medesima leggerezza con la quale veniamo accusati di fingerci consumatrici potrei facilmente ricambiare chi scrive male di AmyCup con la stessa moneta e cominciare a pensare che ci sia qualcuno "prezzolato" che scrive invece a favore dei nostri concorrenti!
    Grazie invece a coloro che con serietà ed onestà intellettuale ci hanno dato i loro pareri spassionati e per noi fondamentali.
    Paolo Pitacco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera Paolo,
      nessuno ha messo in discussione la qualità del materiale del suo prodotto. Però ci tengo a precisare che ogni donna è diversa e, in quanto possiede l'apparato deputato all'uso della coppetta mestruale, ha diritto di esprimere con sincerità quello che pensa a riguardo senza per questo sentirsi sminuire nella sua fisicità. Ricordo che è stato risposto (tramite email) in maniera inappropriata a più di una di noi donne del forum alludendo a possibili problemi anatomici in coloro che non siano riuscite ad utilizzare la coppetta.
      I messaggi positivi a cui lei sta alludendo sono dei copia e incolla di altri forum, guardi pure i link da me citati se vuole o se ha tempo. Se più di una persona ha dubitato della veridicità dei commenti evidentemente il dubbio c'è e rimane.
      Lei poi è libero di pensare quello che preferisce riguardo ad eventuali "prezzolati" che la vorrebbero danneggiare a favore dei suoi concorrenti. Personalmente non ho nessun interesse a screditare un prodotto, scrivo solo quella che è stata la mia esperienza in merito all'utilizzo. Il suo prodotto non è l'unico con cui non mi sono trovata bene ma nessun altro ha mai reagito in questo modo e in nessun'altra occasione sono comparsi strani commenti tutti uguali (scritti nello stesso modo, riportando il mio nome anche dove non conosciuto affatto). Coincidenze a quanto pare. Così come è una coincidenza che lo stesso commento appaia in altri blog sulle coppette mestruali.

      Elimina
  13. Ci potevo scommettere l'anima sul fatto che ci fossero uomini dietro sta schifezza di coppetta... per altro trovo molto poco serio da parte del titolare di un'azienda andare in giro a cercare recensioni negative per rispondere piccato. Pessima figura! E mi spiace, ma si capisce benissimo che le recensioni positive sono di qualcuno di parte.

    RispondiElimina
  14. Io sono tra quelle che hanno ricevuto il campione omaggio e, ripeto, senza applicatore mi sono trovata benissimo; sono stata felice di questo regalo e infatti in questi mesi ho utilizzato tranquillamente la coppetta come faccio con tutte le altre: usando le mani.
    Ma non mi è affatto piaciuta la risposta alla mia recensione, in cui si insinua che io non sia stata abbastanza accurata nella prova e mi debba quasi sentire costretta a provare ancora la coppetta con l'applicatore solo perché, per qualche oscuro motivo, mi dovrei trovare bene a tutti i costi con esso; ho provato abbastanza volte da rendermi conto che questo oggetto è scomodo e inutile, questo è il mio parere e vorrei che fosse tenuto in considerazione (d'altra parte non è per avere pareri che avete regalato le coppette?), non sminuito.
    Avete prodotto la coppetta anche senza applicatore, vi ho detto che così mi sono trovata benissimo perché così è stato, perché pretendete che mi trovi bene per forza con l'applicatore? Davvero non capisco.
    Trovo la AmyCup un'ottima coppetta perché con tutte quelle scanalature sul fondo assicura una presa saldissima, cosa per me molto importante perché senza prenderla per il fondo non saprei come estrarla (infatti le mie coppette hanno tutte il gambo), ma usare l'applicatore è macchinoso, scomodo e veramente inutile.
    Non vedo perché sia quasi un delitto dire che quest'aggiunta non è il massimo: crome dicevo, le coppette ci sono state regalate per recensirle, ma non sta scritto da nessuna parte che la recensione debba essere per forza completamente positiva.
    Sono rimasta veramente male per la risposta che mi è stata data via e-mail, sinceramente, ma ripeto, sono contenta per l'omaggio ricevuto e per il fatto che la coppetta faccia per me.

    RispondiElimina
  15. Anche io a suo tempo ho ricevuto il campione, perchè volevo pubblicarlo sul mio sito www.mestruazioni.eu ed ho anche fatto una recensione imparziale..

    RispondiElimina