Traducimi/Translate me

24 giu 2013

°Ciclo mestruale°... questo sconosciuto!



Buon dì a voi tutti! 
Come vi avevo anticipato nel post sulla coppetta mestruale, oggi mi prendo del tempo per spiegare nel dettaglio come mai non uso mai il termine "ciclo" per riferirmi alle mestruazioni e perché è concettualmente sbagliato.
Il ciclo mestruale è una sequenza di cambiamenti fisiologici periodici che ha luogo nelle femmine di alcune specie animali (come la nostra) e ha come fine ultimo la maturazione di una cellula uovo e la preparazione di un tessuto adatto al suo eventuale impianto... quindi in caso di fecondazione della donna.

Per ciclo mestruale si intende quindi un periodo ciclico, che torna continuamente durante l'arco della vita fertile femminile: inizia con il primo giorno di comparsa della mestruazione e termina il giorno prima della venuta di una nuova mestruazione (che darà luogo ad un nuovo ciclo).

Ecco quindi che è facile intuire perché definire le mestruazioni come "ciclo" è scorretto: se il ciclo fosse la mestruazione saremmo mestruate tutti i giorni dell'anno e così non è (e meno male no? :P)


Come funziona il nostro corpo?

L'andamento del ciclo nella donna ha un andamento bifasico, cioé si presenta suddiviso in due fasi distinte separate tra loro dall'evento ovulatorio. Tutto viene regolato dagli ormoni e dagli organi preposti.

La prima fase, detta follicolare o pre-ovulatoria, ha inizio con la mestruazione caratterizzata da una perdita ematica di colore rosso vivo che non va confuso con lo "spotting" (perdita che ha un'origine differente). All'inizio del ciclo, da parte dell'ipofisi, viene rilasciato l'ormone FSH (ormone follicolo stimolante) che porta alla crescita e maturazione del follicolo e alla produzione di estrogeni che a loro volta portano alla liberazione dell'ormone LH (ormone luteinizzante) e quindi all'ovulazione. 

La fase di maturazione del follicolo è:

1. di diversa durata da donna a donna
2. di diversa durata in differenti cicli di una stessa donna


Brevi periodi di maturazione del follicolo determineranno cicli piuttosto brevi, nei quali l'ovulazione avverrà presto. Diversamente una fase follicolare lunga condurrà a cicli lunghi con ovulazioni "ritardate". 

Queste variazioni della fase follicolare sono un evento comune e perfettamente normale! Che il ciclo debba durare 28 giorni, con ovulazione al 14° giorno (quindi a metà ciclo), è una convinzione ERRATA. Insomma levatevela dalla testa prima di subito.

L'ormone LH stimola dunque il follicolo maturo a rilasciare l'ovulo e di solito questo avviene ma può capitare che, nonostante i sintomi esterni siano presenti, l'ovulazione non avvenga. Per esempio è possibile che il corpo secerni muco cervicale fluido, simile alla chiara d'uovo, fertile e che consenta allo sperma di sopravvivere all'interno della vagina per alcuni giorni. La presenza di questo segnale (riscontrabile esternamente) non è però certezza assoluta di avvenuta ovulazione... testimonia piuttosto la preparazione del corpo ad una eventuale ovulazione! L'unico mezzo che dimostra l'avvenuta ovulazione è il rialzo della temperatura basale che tratterò in separata sede in quanto parte di un più ampio spettro di monitoraggio del proprio ciclo, al momento troppo complesso.

L'ovulazione è detta "spontanea": avviene infatti da sola, spontaneamente, quando il corpo è pronto e in alcune donne si accompagna ad una perdita ematica causata dalla rottura del follicolo.
L'ovulo rilasciato ha vita breve, solo 24h!, e non è possibile che il rilascio avvenga più di una volta per ciclo. Esiste il fenomeno della "doppia ovulazione" ma è un evento molto raro che nella maggior parte dei casi non si verifica... è già abbastanza faticoso arrivare a rilasciarne uno per il corpo! :P 

La seconda fase del ciclo è detta luteale (o luteinica) e prende il nome dal corpo luteo che significa "corpo giallo" (dal latino luteum = giallo, in quanto possiede all'interno delle cellule che producono una sostanza di colore giallo ocra -il colesterolo- precursore del progesterone). Il corpo luteo è un corpo solido che si forma nelle ovaie dopo il rilascio dell'ovulo nelle tube di Falloppio. Ad ovulazione avvenuta, il follicolo residuo si tramuta in corpo luteo (per effetto del rilascio ormonale dall'ipofisi) e produrrà il progesterone, l'ormone predominante di questa fase.
Tutto ciò avviene in preparazione all'accoglienza di un'eventuale ovulo fecondato che si impianterà in circa 6-12 giorni dall'avvenuta ovulazione. 
Fare dunque un test di gravidanza troppo presto potrebbe non rilevare affatto lo stato interessante della donna dando un falso negativo!

Quando la fecondazione non avviene, il corpo luteo interrompe la sua funzione (con conseguente calo del progesterone) e hanno luogo le mestruazioni.
La fase luteale ha, nella stessa donna, una durata costante con variazione massima di +/- 1 giorno. Quindi una fase luteale di 14 giorni in media potrà variare di poco, un giorno in meno (13 gg) o uno in più (15gg). 


Vi lascio un disegnino riassuntivo



"Il mestruo è in ritardo!" mai frase fu più sbagliata. 
Solamente la fase pre-ovulatoria è soggetta a variazioni significative nella sua durata... perciò è in sostanza l'ovulazione che si fa attendere, non la mestruazione! Di fronte ad un ritardo noi donne dobbiamo pensare che molto probabilmente abbiamo ovulato più tardi del solito oppure che non abbiamo ancora ovulato.

Spero che questo mio intervento vi sia piaciuto, che abbia tolto alcuni dubbi sull'argomento e che abbia stimolato in voi un interesse per il vostro corpo e i suoi complessi meccanismi... con lo scopo di raggiungere una piena consapevolezza di sé mediante l'approfondimento (come è stato per me) :D

A presto! 

4 commenti:

  1. =) Bellissimo post!! Posso fare due approfondimenti? L'ovulo può durare fino a 24 ore, non è assoluta la vita delle 24, la durata minima è di 12 ore.
    Lo spotting in fase ovulatoria non è dovuto allo scoppio del follicolo (pensiero diffuso ma errato.. l'ho appena scoperto anch'io XD), ma dagli sbalzi ormonali che avvengono in quel determinato e delicato momento del ciclo che è l'ovulazione.

    RispondiElimina
  2. In effetti sullo spotting da rottura del follicolo avevo dubbi perché se così fosse come mai non succede a tutte? :) a me per esempio non è ancora mai successo. Eppure il follicolo si rompe per rilasciare l'ovulo! Grazie che mi hai risolto un dubbio!

    RispondiElimina
  3. Vale, che bel blog, e questo post è meraviglioso <3 mi piace tantissimo <3
    Susina aka Valeria ^_^

    RispondiElimina